BCC Credito Cooperativo

LA PARTNERSHIP CON IL GRUPPO BANCARIO COOPERATIVO ICCREA PROSEGUE

4 settembre 2015 - 14:57

Al via lo sviluppo del nuovo piano industriale.

Udine, 2 luglio 2015 – Si sono tenute presso la sede Udine di Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia due importanti riunioni dell’Assemblea degli azionisti e del Consiglio di amministrazione.

L’Assemblea straordinaria ha deliberato, infatti, l’adozione del nuovo statuto della Banca completando il percorso di revisione avviato ad inizio anno per l’ampliamento dell’oggetto sociale, al fine di renderlo più idoneo a supportare l’operatività nel mutato contesto di mercato, nonché per l’adeguamento alle nuove disposizioni in materia di governance e di politiche di remunerazione emanate dalla Banca d’Italia.

A seguire l’Assemblea, si è riunito il Consiglio di amministrazione che ha proceduto alla nomina del nuovo Comitato esecutivo, coerentemente con le previsioni del nuovo Statuto, e ad apportare un riassetto nel disegno dei comitati endoconsiliari destinato, tra l’altro, a determinare un contenimento nel costo della governance della Banca.

L’argomento al centro della seduta del Consiglio di amministrazione, peraltro, è stato il progetto di partnership di Banca Mediocredito con Iccrea BancaImpresa e con il sistema regionale del credito cooperativo destinato ad avere una forte accelerazione nei prossimi mesi.

Dopo la sottoscrizione di un “lettera non impegnativa”, intervenuta nelle scorse settimane, hanno preso avvio i lavori per l’allestimento del piano industriale di partnership 2016-2018 e per la definizione del disegno organizzativo e di governance destinato a dare forma e contenuti al progetto e ai rapporti tra tutti i Soggetti che avranno parte.

Le linee di sviluppo del piano prevedono l’implementazione di forti ed estese sinergie commerciali, organizzative e di governance tra Banca Mediocredito, Iccrea BancaImpresa e le BCC del Friuli Venezia Giulia, anche attraverso la messa in comune di know how, esperienza e risorse tra gli istituti.

La prima fase del progetto è attesa concludersi entro l’estate con la valutazione definitiva da parte delle Banche e dei Soci; poi toccherà alla Banca d’Italia esaminare l’iniziativa e rilasciare le autorizzazioni di legge negli ambiti di competenza.

L’obiettivo di Banca Mediocredito, ma anche di tutti gli altri attori del progetto, è di contenere al massimo le tempistiche “tecniche”, in modo da poter affrontare l’esercizio 2016 già con assetti definiti e pienamente operativi nel nuovo scenario di partnership.

Anche in tale prospettiva, il Consiglio di amministrazione ha deciso di affidare, dal 1° luglio 2015, ad Alberto Spigariol, manager con lunga esperienza bancaria perfezionata negli ultimi anni in Iccrea BancaImpresa, la responsabilità dell’Area Affari della Banca, già in capo a Claudio Trombin che al 30 giugno è andato in pensione; una scelta che mira ad agevolare l’implementazione del progetto di partnership con Iccrea e a rendere possibile una più rapida ed efficace definizione e attuazione del nuovo modello di offerta di Banca Mediocredito.

Dal primo luglio 2015 le funzioni di Vice Direttore Generale sono affidate a Mauro Tion, responsabile dell’Area Servizi e Affari societari di Banca Mediocredito.

Ha dichiarato la Presidente, prof.ssa Cristiana Compagno,: “Si tratta di un progetto articolato e impegnativo sul quale la Banca conta molto per rafforzare il suo modello di business e poter meglio servire le imprese del Friuli Venezia Giulia. L’interesse comune con il sistema di credito cooperativo regionale per lo sviluppo economico del territorio è l’elemento che deve alimentare la partnership che stiamo costruendo nella consapevolezza che in un contesto difficile, anche per il sistema bancario, fare “rete” e “sistema” è l’unica strada per dare una prospettiva sostenibile al business e poter continuare ad attuare un modello di offerta basato sulla relazione e sulla qualità dei prodotti e dei servizi finanziari”.  




Banca Mediocredito FVG

Banca della Regione per la regione.

Scopri di più