Privacy Policy

INFORMATIVA AL CLIENTE SULL’USO DEI DATI PERSONALI

 

da parte di BANCA MEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA S.P.A.

Via Aquileia 1 – 33100 Udine

Dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati Data Protection Officer DPO: dpo.ibi@mediocredito.fvg.it

 

Gentile Cliente,

Come prevede la normativa sulla privacy , desideriamo ora fornirLe alcune informazioni su come la nostra Banca utilizza i Suoi dati personali nella gestione delle operazioni e dei servizi da Lei richiesti.

La invitiamo quindi a leggere con attenzione le seguenti informazioni, disponibili presso tutte le nostre sedi succursali e di rappresentanza e anche sul nostro sito internet www.mediocredito.fvg.it, prima di firmare l’allegato modulo di consenso e di barrare le ulteriori opzioni di consenso in esso riportate.

 

 

Attività necessarie per la gestione del rapporto con la Banca

Per l’attivazione e gestione dei servizi e prodotti offerti dalla Banca  è necessario e, in alcuni casi, obbligatorio per legge raccogliere ed utilizzare alcuni dati personali del cliente o di persone a lui collegate (familiari, soci, ecc.) senza acquisire il consenso dell’interessato. In assenza di tali dati la Banca non sarebbe in grado di fornire le prestazioni e i servizi richiesti.

Tali dati sono raccolti al momento della richiesta di un servizio, dell’instaurazione o nel corso del rapporto, presso il cliente o anche presso altri soggetti (ad es. i suoi garanti e/o coobbligati a qualsiasi titolo) e sono trattati dalla Banca per la gestione dei rapporti bancari o finanziari.

Per i predetti servizi, di regola, la Banca non tratta categorie particolari di dati personali (dati che rivelino l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convenzioni religiose o filosofiche, o all’appartenenza sindacale, nonché dati genetici, dati biometrici intesi ad identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona). Tuttavia, non è escluso che specifiche operazioni effettuate dalla clientela (bonifici, versamenti di quote associative, trattenute dello stipendio, ecc.), possano determinare un’occasionale conoscenza di informazioni idonee a rivelare tali eventuali dati, che saranno necessariamente utilizzati solo per l’esecuzione di quanto richiesto dal cliente. Per il loro trattamento, inoltre, la normativa sulla privacy richiede comunque una manifestazione di consenso esplicito da parte del cliente .

Nell’ambito delle suddette attività, i dati personali possono essere conosciuti dal personale incaricato della Banca (dipendenti e collaboratori, amministratori, sindaci), in relazione alle funzioni svolte, mediante strumenti anche informatici e telematici, e con modalità e logiche di organizzazione, elaborazione e trasmissione dei dati strettamente correlate agli specifici servizi ed operazioni richiesti .

Per lo svolgimento della sua attività la Banca si avvale inoltre dell’ausilio di società appartenenti o collegate al Gruppo Bancario Iccrea, o da queste controllate   (designate responsabili del trattamento) e/o di altri soggetti che possono trattare i dati del cliente.

A seconda dell’operazione o servizio, i dati del cliente possono essere comunicati dalla Banca ad altre banche, istituti ed intermediari finanziari, enti interbancari, in Italia e all’estero, e trattati da questi ultimi soggetti per le attività necessarie all’esecuzione di disposizioni o transazioni bancarie e finanziarie. I dati possono essere trattati anche da società specializzate a cui la Banca affida compiti di natura tecnica ed organizzativa necessari per la gestione dei rapporti con la clientela, come i gestori di servizi informatici (es. BCC Sistemi Informatici), servizi di postalizzazione e archiviazione documentale, servizi di consulenza, servizi di controllo, ecc.

Per il perseguimento delle suddette finalità la Banca può comunicare i Suoi dati a soggetti, anche esteri, appartenenti ad alcune categorie (oltre a quelle individuate per legge) affinché svolgano i correlati trattamenti e comunicazioni e, precisamente:

  • Imprese che esercitano attività assicurativa nonché soggetti che svolgono servizi bancari, finanziari o assicurativi;
  • soggetti garanti delle operazioni e dei contratti;
  • soggetti di cui la Banca offre prodotti e servizi;
  • soggetti che forniscono servizi per la gestione del sistema informatico della Banca;
  • soggetti che svolgono servizi per l’acquisizione e il trattamento di dati rivenienti da documenti o supporti (per es. pratiche auto, assicurazioni);
  • soggetti che svolgono attività di lavorazione e trasmissione delle comunicazioni alla/dalla clientela (per es. imbustamento, gestione della posta elettronica);
  • soggetti che svolgono attività di archiviazione della documentazione;
  • soggetti che prestano attività di assistenza alla clientela (per es. per telefono);
  • agenzie di rating;
  • soggetti che intervengono nella gestione dei servizi di pagamento e delle reti telematiche, esattorie e tesorerie;
  • soggetti che gestiscono sistemi nazionali e internazionali per il controllo delle frodi;
  • soggetti che svolgono attività finalizzate al recupero del credito e dei beni;
  • consulenti;
  • società per la cartolarizzazione dei crediti;
  • soggetti che svolgono attività di marketing o indagini di mercato o concorrono alla promozione di prodotti del Gruppo Bancario Iccrea o di terzi;
  • soggetti che rilevano rischi finanziari a scopo di prevenzione del rischio di insolvenza previsti da disposizioni di legge ed in particolare: Banca d’Italia – Via Nazionale, Roma; (comunicazione dei dati relativi ai soggetti con i quali si intrattengono rapporti per affidamenti, finanziamenti, rilascio di garanzie);
  • soggetti che rilevano rischi finanziari a scopo di prevenzione del rischio di insolvenza non ricompresi tra quelli previsti da disposizioni di legge ed in particolare: CRIF S.p.A. – Viale Masini, 12 Bologna e ASSILEA – Via Massimo D’Azeglio, 33 – 00184 ROMA (comunicazione di dati personali relativi a richiesta, conclusione, andamento ed estinzione di operazioni finanziarie);
  • Banca Europea per gli Investimenti (B.E.I.);
  • Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI);
  • Commissione Europea;
  • Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (CDP).

La Banca potrà trasmettere agli altri intermediari finanziari appartenenti al Gruppo Bancario Iccrea le informazioni relative alle operazioni ritenute sospette ai sensi dell’art. 35, co.1 del Decreto legislativo 231/07. La Banca può trasferire i dati personali del cliente in paesi terzi ad una delle seguenti condizioni: che si tratti o di paese terzo ritenuto adeguato ex. art. 45 del Regolamento UE 679/2016 o di paese per il quale la Banca fornisce garanzie adeguate o opportune circa la tutela dei dati ex art. 46 e 47 del citato Regolamento UE e sempre a condizione che gli interessati dispongano di diritti azionabili e mezzi di ricorso effettivi. Il cliente potrà comunque rivolgersi alla Banca per ottenere una copia di tali dati e conoscere il luogo dove gli stessi sono disponibili.

Per alcune finalità, inoltre, la Banca potrebbe porre in essere attività che comportano decisioni basate unicamente sul trattamento automatizzato dei dati, compresa l’attività di profilazione della clientela. Tali attività potrebbero essere svolte, ad esempio, nel caso di iscrizione del cliente in banche dati o per definire il profilo di rischio di quest’ultimo o attraverso la raccolta e l’analisi di informazioni in merito ai prodotti e ai servizi scelti dal cliente. Per il trattamento di tali dati – salvo che la legge preveda una esenzione quale ad esempio se il trattamento sia necessario per la conclusione e l’esecuzione del contratto in essere con la Banca o per adempiere ad un obbligo di legge – la normativa sulla privacy richiede una manifestazione di consenso esplicito da parte del cliente .

 

Si chiede quindi al Cliente di dichiarare di aver ricevuto l’informativa e rilasciare il consenso al trattamento dei Suoi dati per le finalità ivi indicate, come richiesto nella sezione dedicata.

 

 

Attività ulteriori per lo sviluppo e la vendita dei prodotti e servizi della Banca

Per migliorare la qualità dei servizi e fornire aggiornamenti sui nuovi prodotti e servizi, la Banca può avere l’esigenza di utilizzare i dati personali del cliente, salvo sua diversa indicazione, nell’ambito di attività funzionali alla gestione dei rapporti bancari e per finalità ulteriori relative alla promozione o vendita dei servizi bancari, eventualmente anche dopo la fine dei rapporti. In particolare, i dati possono essere utilizzati per le seguenti finalità:

– invio di materiale pubblicitario, indagini e ricerche di mercato, anche a fini di rilevazione del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi resi e sull’attività svolta dalla Banca, eseguite direttamente o attraverso società specializzate (mediante interviste anche telefoniche, questionari, ecc.); promozione e vendita diretta di prodotti e servizi della Banca ed eventualmente di altre società mediante modalità di contatto tradizionali (come posta cartacea e chiamate telefoniche con operatore) o con modalità di contatto automatizzate (come SMS, MMS, fax, chiamate telefoniche automatizzate, posta elettronica, PEC, messaggi tramite canali informatici, network ed applicazioni web);

– elaborazione, in forma elettronica, dei dati relativi ai rapporti e servizi bancari per l’analisi di comportamenti e preferenze del cliente da utilizzare a scopo commerciale per l’individuazione e offerta di prodotti e servizi di suo interesse;

– comunicazione di dati ad altre società in ambito bancario, finanziario od assicurativo o del settore cooperativo, al fine di consentire a queste ultime di utilizzarli autonomamente per invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazione commerciale riguardante loro prodotti e servizi mediante le modalità di comunicazione tradizionali e automatizzate sopra indicate.

Per tali finalità, la Banca può inoltre avvalersi della collaborazione di soggetti esterni e società specializzate di propria fiducia, che possono trattare alcuni dati della clientela nell’ambito delle attività affidate dalla Banca.

L’acquisizione e l’utilizzo dei dati del cliente per le predette finalità sono facoltativi, non incidendo sul corretto svolgimento dei rapporti e servizi bancari ma servendo a migliorarli e ad aggiornare il cliente su prodotti, servizi ed offerte di possibile interesse.

 

Ciascun Cliente, barrando le apposite caselle nella sezione dedicata ai consensi, può scegliere liberamente se rilasciare o rifiutare il consenso alla Banca per le ulteriori finalità di trattamento dei Suoi dati sopra indicate.

 

La Banca infine potrà utilizzare, senza richiedere un ulteriore consenso, le coordinate di posta elettronica fornite dal Cliente nel contesto del rapporto e/o servizio attivato con la Banca per finalità di vendita di propri prodotti/servizi analoghi a quelli per cui i dati sono stati forniti (c.d. soft spam). Nel caso in cui il Cliente non desideri ricevere tali comunicazioni, potrà opporsi inizialmente e ad ogni successivo messaggio, inviando una richiesta ai recapiti di cui al seguente paragrafo.

 

 

I diritti del cliente

La normativa sulla privacy attribuisce ad ogni cliente alcuni diritti riguardo all’uso dei dati che lo riguardano .

In particolare, il cliente ha il diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono i suoi dati detenuti dalla Banca, da dove provengono, come e da chi vengono utilizzati.

Il cliente ha poi anche il diritto di fare aggiornare, integrare e rettificare i dati, se inesatti od incompleti, nonché il diritto di chiederne la cancellazione o la limitazione del trattamento e di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Il cliente ha anche il diritto di revocare il consenso al trattamento senza che ciò pregiudichi la liceità di trattamenti antecedenti alla revoca basati sul consenso precedentemente prestato.

Il cliente ha, inoltre, diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i propri dati personali e ha il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare. In tali casi il cliente, se tecnicamente possibile, ha diritto di ottenere la trasmissione diretta dei dati.

Tali diritti possono essere esercitati dal cliente direttamente nei confronti della Banca Titolare del trattamento rivolgendo le eventuali richieste al Data Protection Officer – BANCA MEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA S.P.A., Via Aquileia 1 c.a.p. 33100 – Udine o all’indirizzo di posta elettronica dpo.ibi@mediocredito.fvg.it

Resta fermo che l’interessato potrà contattare il DPO per tutte le questioni relative al trattamento dei suoi dati personali e all’esercizio dei propri diritti.

Il cliente ha inoltre diritto di presentare un reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati dello Stato membro in cui risiede, lavora o si è verificata la presunta violazione.

L’esercizio dei diritti non è soggetto ad alcun vincolo di forma ed è gratuito, salvi i casi previsti dalla normativa in cui la Banca può stabilire l’ammontare dell’eventuale contributo spese da richiedere.

Nell’ambito dei Finanziamenti assisiti dal FEI, il cliente potrà:

  1. a) richiedere di verificare, correggere, cancellare o modificare i dati personali comunicati al i) FEI, alla ii) B.E.I. e alla iii) Commissione Europea, mediante comunicazione da indirizzare rispettivamente a:
  2. i) European Investment Fund

37 B, avenue J.F. Kennedy

L-2968 Luxembourg

Grand Duchy of Luxembourg

All’attenzione: Debt-Services-Portfolio Guarantees

  1. ii) European Investment Bank

98-100, boulevard Konrad Adenauer

L-2950 Luxembourg

Grand Duchy of Luxembourg

All’attenzione: EIB Data Protection Officer

iii) Garante europeo della protezione dei dati, come individuato nel Regolamento CE 45/2001.

  1. b) presentare un reclamo al Garante europeo per la protezione dei dati, qualora riterrà che i suoi diritti riconosciuti dall’art. 16 del Trattato sull’Unione Europea siano stati violati a seguito del trattamento dei dati personali da parte del FEI, della B.E.I. e della Commissione Europea.

 

 

Periodo di conservazione dei dati personali

La Banca conserva, di regola, i dati del cliente per un periodo di dieci anni dall’estinzione del rapporto, salvo che sia previsto un periodo di conservazione diverso (ad esempio nel caso di contenzioso o per adempiere ad un obbligo di legge, o ancora nei tempi indicati dal codice di deontologia) che potrebbe essere inferiore o superiore a detto termine; in tali casi, i dati saranno conservati per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali sono trattati. Durante tale periodo saranno, comunque, attuate misure tecniche e organizzative adeguate per la tutela dei diritti e delle libertà dell’interessato.

 

***

 

 

Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti

INFORMATIVA (G.U. n 300 del 23 dicembre 2004) Come utilizziamo i Suoi dati (art. 5 del codice deontologico sui sistemi di informazioni creditizie) di BANCA MEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA S.P.A. Via Aquileia 1 – 33100 Udine.

Come anticipato, per concedere il finanziamento richiesto, la Banca utilizza alcuni dati che riguardano i clienti. Si tratta di informazioni che il cliente stesso ci fornisce o che otteniamo consultando alcune banche dati. Senza questi dati, che occorrono per valutare l’affidabilità, potrebbe non essere concesso il finanziamento.

Queste informazioni saranno conservate presso la Banca; alcune saranno comunicate a grandi banche dati istituite per valutare il rischio creditizio, gestite da privati e consultabili da molti soggetti. Ciò significa che altre banche o finanziarie a cui il cliente chiederà un altro prestito, un finanziamento, una carta di credito, ecc., anche per acquistare a rate un bene di consumo, potranno sapere se il cliente stesso ha presentato a noi una recente richiesta di finanziamento, se ha in corso altri prestiti o finanziamenti e se paga regolarmente le rate.

Qualora il cliente sia puntuale nei pagamenti, la conservazione di queste informazioni da parte delle banche dati richiede il consenso, salvo che lo abbia già prestato sulla base di una precedente informativa della nostra Banca; qualora invece il cliente abbia pagato alcune volte con ritardo o abbia omesso alcuni pagamenti, oppure nel caso in cui il finanziamento riguardi l’attività imprenditoriale o professionale, tale consenso non è necessario.

Il cliente ha diritto di conoscere i Suoi dati e di esercitare i diversi diritti relativi al loro utilizzo (rettifica, aggiornamento, cancellazione, ecc.).

Per ogni richiesta riguardante i dati personali, potrà utilizzare il fac-simile presente sul sito www.garanteprivacy.it inoltrandolo alla nostra Banca:

Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia S.p.A. Via Aquileia 1 – 33100 Udine – TEL. 0432/245511 – FAX. 0432/508015 www.mediocredito.fvg.it e/o alle società sotto indicate, cui la Banca comunica i dati:

Associazione Italiana Leasing per la BDCR Assilea

CRIF S.p.A.

La Banca conserva i dati della clientela per tutto ciò che è necessario per gestire il finanziamento ed adempiere ad obblighi di legge.

Al fine di meglio valutare il rischio creditizio, comunica alcuni dati anagrafici, anche della persona eventualmente coobbligata (tipologia del contratto, importo del credito, modalità di rimborso),  ai sistemi di informazioni creditizie, i quali sono regolati dal relativo codice deontologico (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale del 23 dicembre 2004, n. 300; sito web www.garanteprivacy.it). I dati sono resi accessibili anche ai diversi operatori bancari e finanziari partecipanti, di cui vengono indicate di seguito le categorie.

I dati che riguardano i clienti sono aggiornati periodicamente con informazioni acquisite nel corso del rapporto (andamento dei pagamenti, esposizione debitoria residuale, stato del rapporto).

Nell’ambito dei sistemi di informazioni creditizie, i dati saranno trattati secondo modalità di organizzazione, raffronto ed elaborazione strettamente indispensabili per perseguire le finalità sopra descritte, ed in particolare, per estrarre in maniera univoca dal sistema di informazioni creditizie le informazioni ascritte al singolo cliente. Tali elaborazioni verranno effettuate attraverso strumenti informatici, telematici e manuali che garantiscono la sicurezza e la riservatezza degli stessi, anche nel caso di utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza.

I dati sono oggetto di particolari elaborazioni statistiche al fine di attribuire un giudizio sintetico o un punteggio sul grado di affidabilità e solvibilità (cd. credit scoring), tenendo conto delle seguenti principali tipologie di fattori: dati anagrafici, numero e caratteristiche dei rapporti di credito in essere, andamento e storia dei pagamenti dei rapporti in essere o estinti, eventuale presenza e caratteristiche delle nuove richieste di credito, storia dei rapporti di credito estinti. Alcune informazioni aggiuntive possono essere fornite in caso di mancato accoglimento di una richiesta di credito.

I sistemi di informazioni creditizie cui la Banca aderisce sono gestiti da:

  1. ESTREMI IDENTIFICATIVI: ASSOCIAZIONE ITALIANA LEASING – ASSILEA, Via Massimo D’Azeglio, 33- 00184 ROMA tel. 06./ 9970.36.1 – fax 06/99703688; www.assilea.it; RESPONSABILE PER IL RISCONTRO DELLE ISTANZE DI CUI ALL’ART. 7 DEL CODICE è ASSILEA SERVIZI Surl, con sede in Piazzale Ezio Tarantelli 100 – 00144 ROMA tel. 06./ 9970.36.1 – fax 06/99703688; e-mail: bdcr@assilea.it; TIPO DI SISTEMA: sistema di informazioni creditizie di tipo sia positivo che negativo; PARTECIPANTI: sono sia banche che intermediari finanziari che svolgono attività di locazione finanziaria – leasing; TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI: sono gli stessi previsti dal Codice di deontologia riportati nel sottostante riquadro. USO DI SISTEMI AUTOMATIZZATI DI CREDIT SCORING: SI.
  2. ESTREMI IDENTIFICATIVI: CRIF S.p.A., con sede legale in Bologna, Ufficio relazioni con il Pubblico: Viale Masini, 12, 40126 Bologna. Fax: 051 6458940, Tel: 051 6458900, sito internet: www.consumatori.crif.com / TIPO DI SISTEMA: positivo e negativo / PARTECIPANTI: Banche, società finanziarie e società di leasing / TEMPI DI CONSERVAZIONE DEI DATI: tempi indicati nel codice di deontologia, vedere tabella sotto riportata / USO DI SISTEMI AUTOMATIZZATI DI CREDIT SCORING: SI / ALTRO: CRIF S.p.A. aderisce ad un circuito internazionale di sistemi di informazioni creditizie operanti in vari paesi europei ed extra-europei e, pertanto, i dati trattati potranno essere comunicati (sussistendo tutti i presupposti di legge) ad altre società, anche estere, che operano – nel rispetto della legislazione del loro paese – come autonomi gestori dei suddetti sistemi di informazioni creditizie e quindi perseguono le medesime finalità di trattamento del sistema gestito da CRIF S.p.A. (elenco sistemi esteri convenzionati disponibili al sito www.crif.com).

Il cliente ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che lo riguardano, rivolgendosi al Responsabile Divisione Sistemi Informativi e Processi Organizzativi della Banca, oppure ai gestori dei sistemi di informazioni creditizie, ai recapiti sopra indicati.

Allo stesso modo può richiedere la correzione, l’aggiornamento o l’integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta (art. 8 del codice deontologico).

Tempi di conservazione dei dati nei sistemi di informazioni creditizie:

richieste di finanziamento          : 6 mesi, qualora l’istruttoria lo richieda, o 1 mese in caso di rifiuto della richiesta o rinuncia della stessa;

morosità di due rate o di due mesi poi sanate:  12 mesi dalla regolarizzazione; ritardi superiori sanati anche su transazione:                24 mesi dalla regolarizzazione;

eventi negativi (ossia morosità, gravi inadempimenti, sofferenze) non sanati: 36 mesi dalla data di scadenza contrattuale del rapporto o dalla data in cui è risultato necessario l’ultimo aggiornamento (in caso di successivi accordi o altri eventi rilevanti in relazione al rimborso); resta inteso che “il termine massimo di conservazione dei dati relativi a inadempimenti non successivamente regolarizzati, fermo restando il termine «normale» di riferimento di trentasei mesi dalla scadenza contrattuale o dalla cessazione del rapporto di cui all’art. 6, comma 5, del «codice deontologico» -, non può comunque mai superare – all’eventuale verificarsi delle altre ipotesi previste dal citato art. 6, comma 5 – i cinque anni dalla data di scadenza del rapporto, quale risulta dal contratto di finanziamento (Provvedimento del Garante del 26.10.2017 – Delibera n. 438)”;

rapporti che si sono svolti positivamente (senza ritardi o altri eventi negativi): 36 mesi in presenza di altri rapporti con eventi negativi non regolarizzati. (Nei restanti casi, nella prima fase di applicazione del codice di deontologia, il termine sarà di 36 mesi dalla data di cessazione del rapporto o di scadenza del contratto, ovvero dal primo aggiornamento effettuato nel mese successivo a tali date).

Resta inteso che nell’ambito dei finanziamenti garantiti dal Fondo Europeo per gli Investimenti (“FEI”):

  1. i) la denominazione, la sede legale, l’oggetto sociale della Sua società ed ogni altro dato personale sarà comunicato al FEI, alla Banca Europea per gli Investimenti (“BEI”) e alla Commissione Europea
  2. ii) ogni Suo dato personale che, ai sensi della successiva lett. D), verrà comunicato al FEI, alla Banca Europea per gli Investimenti (“BEI”) o alla Commissione Europea, sarà conservato dalla Banca per (almeno) i successivi sette anni decorrenti dalla data di risoluzione del finanziamento medesimo.

Resta, altresì, inteso che nell’ambito dei sovra citati finanziamenti assistiti dal FEI, per “dato personale” debba intendersi ogni dato definito come tale dal Regolamento (CE) n. 45/2001 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 Dicembre 2000.

Scarica l’informativa sulla privacy



Banca Mediocredito FVG

Banca della Regione per la regione.

 

Scopri di più