La storia

L’evoluzione della banca nel tempo

La Banca, costituita con Legge 31 luglio 1957, n. 742 come “Istituto di credito per il finanziamento a medio termine alle piccole e medie industrie situate nella Provincia di Udine”, si è trasformata ed evoluta in conformità alle normative che hanno caratterizzato il settore bancario nel corso del tempo fino a diventare lo strumento di attuazione delle politiche industriali del proprio socio di riferimento, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, sostenendo gli investimenti degli imprenditori di tutti i comparti economici che si insediano o che esercitano la loro attività in regione.

Dalla nascita ad oggi

La banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia S.p.A. è stata istituita come Ente di diritto pubblico con legge dello Stato 31 luglio 1957 n.742, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo dell’economia nel territorio del Friuli Venezia Giulia, attraverso l’assistenza finanziaria e creditizia alle piccole e medie imprese e la raccolta del risparmio a medio e lungo termine
I limiti posti dall’ordinamento all’operatività sono stati attenuati nel tempo. Le principali modifiche hanno riguardato l’estensione dell’operatività anche al lungo termine ed in favore di piccole e medie imprese artigiane, del commercio, dei trasporti e dei servizi, nonché la possibilità di effettuare finanziamenti anche al di fuori della propria area di competenza territoriale ed a favore di grandi imprese in caso di operazioni in pool. Con la Legge 30 luglio 1990, n. 218 (la c.d. “Legge Amato”) e il D. Lgs. 20 novembre 1990, n. 356 è stata, inoltre, estesa l’operatività anche alle persone fisiche ed alle grandi imprese e sono venute del tutto meno le limitazioni territoriali.
In data 24 dicembre 1992, l’Emittente si è trasformato da istituto di credito di diritto pubblico in società per azioni costituita con la denominazione “Mediocredito del Friuli-Venezia Giulia S.p.A.” per diventare, nel giugno 2009, “Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia S.p.A”.

Con l’approvazione del D. Lgs. 1° settembre 1993, n. 385 (il “TUB”), è stata ampliata l’attività anche al credito fondiario ed a quello a breve termine. Dalla fine del 1994 la Banca opera anche nel comparto del leasing finanziario, a seguito dell’incorporazione della propria società di leasing (Medioleasing Friuli-Venezia Giulia S.p.A.). Nel 2008 è stata incorporata, inoltre, la società Friulia-Lis S.p.A. anch’essa operante nel settore del leasing finanziario sul territorio regionale.

La Banca effettua anche operazioni di finanziamento con fondi pubblici forniti dal Fondo di rotazione per iniziative economiche, dal Fondo di rotazione a favore delle imprese artigiane del Friuli Venezia Giulia e dal Fondo di rotazione speciale a favore delle imprese commerciali, turistiche e di servizio del Friuli Venezia Giulia.
La gestione degli interventi agevolati a favore delle imprese e dei privati, attivati dalla Regione Friuli Venezia



Banca Mediocredito FVG

Banca della Regione per la regione.

 

Scopri di più